Sugar And Cakes

venerdì 8 novembre 2013

WEDDING CAKE BLACK AND WHITE - MATRIMONIO BLACK AND WHITE

Quando si pensa al matrimonio il colore per antonomasia e a cui tutti pensano è il bianco.
Invece sempre più spesso gli sposi decidono di rendere il loro matrimonio più chic, facendo una scelta magari fuori dagli schemi, di aggiungere un tocco di nero al total white.
Da qui nasce la proposta di una wedding cake black and white.
Una scelta molto glamour utilizzata naturalmente anche per le mini cake che accompagnano la "regina" della festa.

Per rendere il matrimonio speciale e soprattutto indimenticabile per i vostri ospiti segna posto e confetti decorati, naturalmente black and white.









mercoledì 30 ottobre 2013

MATRIMONIO AVORIO E TIFFANY

Un matrimonio elegante ma al tempo stesso glamour.
Il tiffany il colore che sempre più spesso viene scelto per addobbi, decori e particolari dell'abito della sposa.
L'accostamento all'avorio rende il tutto molto più elegante e raffinato.
Ecco la proposta per una Wedding Cake molto lineare e chic, impreziosita dalla cascate di ruches in tre nuance e da rose e ranuncoli. Il tutto corredato da un merletto totalmente edibile.


A corredo della regina della festa tante piccole "ancelle", che richiamano nei decori e nella farcitura la wedding cake.


Non possono mancare dolcissimi ricordi da lasciare agli ospiti delicatamente e finemente decorati rigorosamente a mano come tutto il resto.




giovedì 3 ottobre 2013

COMPLEANNO CON I MY LITTLE PONY!!!

Finalmente anche la torta per la mia piccola Gaia è arrivata!!! In ritardissimo per il suo compleanno, causa i vari impegni, ma poi finalmente siamo riusciti a festeggiare. Le ho preparato ben due torte.
Questa la prima, voleva un castello e i suoi amati Little Pony. E non volevo farla scegliere, quindi li ho creati tutti e sei per la sua felicità!!!
Tanti auguri alla mia piccolina!!!
BUON APPETITO!!!








giovedì 26 settembre 2013

UN COMPLEANNO CON PUCCA E GARU!!!

Quando la mamma è arrivata con il disegno che la festeggiata aveva fatto, sono rimasta all'inizio un pò colpita, dalla marea di cose che la ragazzina voleva, ma poi parlando siamo riuscite ad "addrizzare il tiro" diciamo. Dai tre piani che voleva siamo passati a due e l'abbiamo resa meno carica. Poi naturalmente, come d'altronde faccio sempre, ho fatto alcune variazioni e alcune sul momento del montaggio.
Per quanto riguarda la torta, hanno scelto una moretta, bagna latte e cacao, farcia due strati di crema al latte e due di ganache montata al cioccolato al latte.
Il miglior complimento? La ragazzina non ama i dolci e ne ha mangiate ben tre fette!!!
Eccola qua.
BUON APPETITO!!!





domenica 22 settembre 2013

PER UNA FASHION VICTIM - TUTTA DA MANGIARE!!!

Quando la richiesta è molto estrosa e particolare, per me è sempre un vero piacere adoperarmi in una nuova ed avvincente sfida!!! Una torta scolpita e tutta farcita non è facile da fare e da decorare, ma tutto è possibile se ti impegni fino in fondo, affinchè tu possa creare qualcosa di speciale!!! Il tocco in più??? Colorarla ad aerografo e soprattutto fare il logo di una delle marche più famose!!!
La più grande soddisfazione??? Il messaggio di feed-back, che oltre la bellezza ti loda soprattutto per quanto era buona. Mudcake al cioccolato fondente e crema al caffè, tutta bagnata e farcita, tutta torta vera!!!
Eccola qua!!!



giovedì 29 agosto 2013

CORSI CAKE DESIGN




Lunedì 14 ottobre sarò a Lecce da Agro.ge.pa.ciok. e per il Cake Design Lab terrò corsi e workshop:

- ore 10.00 /15.00 – Corso intermedio/avanzato SWEET GIRLS 




- ore 17.00/19.00 - Workshop MINI CAKES E CONFETTI DECORATI




Per tutte le informazioni e iscrizioni consultate il programma corsi

mercoledì 28 agosto 2013

RICETTE CON IL PHILADELPHIA


(immagine presa dal web)

Con questo cremoso e fresco formaggio si possono realizzare molte sfiziose Philadelphia ricette. Vi proponiamo un antipasto semplice e delizioso: squisiti crostini di pane tostato con Philadelphia e pomodorini.

Tempo: 12 minuti

Difficolta: 2/5

Dosi: dosi per 4 persone

Ingredienti:
12 fette di pane
12 pomodorini pachino
1 confezione di Philadelphia
Origano q.b.
Sale q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Ponete le fette di pane in una teglia e fatele tostare in forno per circa 5 minuti, dopodiché sfornatele e lasciate intiepidire.
Spalmate il Philadelphia sulle fette di pane.
Private del picciolo i pomodorini, lavateli, asciugateli e tagliateli in quattro spicchi, quindi poneteli sulle fette di pane guarnite con il Philadelphia.
Condite i crostini con un filo d’olio, un pizzico di sale e un po’ di origano. Impiattate il vostro antipasto e servitelo in tavola. Buon appetito!

Accorgimenti e varianti:

Per una preparazione ottimale è consigliato non far abbrustolire eccessivamente il pane. Potete arricchire i vostri crostini con gli ingredienti che preferite. Provate le olive nere.

IMPASTO PER PIZZA


L’impasto per pizza è una preparazione di base che può essere impiegata per realizzare innumerevoli e sfiziose ricette.

Tempo: 15 minuti + 2 ore per la lievitazione dell’impasto

Difficolta: 2/5

Dosi: dosi per 4 pizze

Ingredienti:
1 kg di farina 0
25 g di lievito di birra
20 g di sale
6 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di zucchero

Procedimento:
Ponete su una spianatoia la farina a fontana, realizzate il caratteristico buco al centro e versatevi un bicchiere d’acqua tiepida dove avrete fatto sciogliere lo zucchero e il lievito di birra, quindi lavorate gli ingredienti con le mani.
Versate nell’impasto anche un bicchiere d’acqua tiepida in cui avrete sciolto il sale, aggiungete l’olio e impastate il composto fino a quando non sarà diventato elastico e morbido.
Realizzate con l’impasto un panetto, ponetelo in un recipiente infarinato, copritelo con uno strofinaccio e fatelo lievitare in un luogo privo di correnti d’aria per circa 2 ore. Terminato il tempo di lievitazione l’impasto per pizza potrà essere impiegato nella preparazione che preferite!

Accorgimenti e varianti:
Ricordate che l’impasto per pizza deve avere una consistenza morbida ed elastica. Pertanto, aggiungete quanto basta di acqua oppure di farina per renderlo perfetto ai fini della vostra ricetta. Provate a realizzare dei salatini con l’impasto per pizza, saranno deliziosi!

martedì 27 agosto 2013

ZEPPOLE

(immagine presa dal web)


Che bontà le zeppole! Un dolce tipicamente napoletano preparato tradizionalmente in occasione della festa del papà.

Tempo: 60 minuti

Difficolta: 3/5

Dosi: dosi per circa 12 zeppole

Ingredienti:
250 ml di latte
100 g di farina
100 g di zucchero
80 g di burro
6 uova
1 bustina di vanillina
La scorza grattugiata di 1 limone
Sale q.b.
Zucchero a velo q.b.
Ciliegie candite q.b.

Procedimento:
Preparate la crema pasticcera. Fate bollire 150 millilitri di latte con la vanillina. Nel frattempo lavorate con uno sbattitore elettrico 3 tuorli con 60 grammi di zucchero e, una volta ottenuto un composto spumoso e di colore chiaro, versatevi il restante latte tiepido e aggiungete 30 grammi di farina. Continuate a lavorare il composto con le fruste e, appena sarà diventato omogeneo, versatelo nella casseruola con il latte e la vanillina, quindi fate bollire il tutto a fuoco debole, mescolando per evitare la formazione dei grumi. Appena il composto di sarà addensato spegnete il fornello e lasciate raffreddare. Conservate la crema pasticcera ormai pronta nel frigorifero.
Dedicatevi ora all'impasto. Unite in una pentola 250 millilitri d’acqua, un pizzico di sale, il burro in tocchetti e fate bollire tutto, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, dopodiché spegnete il fuoco. A questo punto aggiungete la restante farina e mescolate fino a quando il composto non si sarà omogeneizzato, quindi riaccendete il fornello e rimestate fino a quando sul fondo della pentola non si sarà creata una patina di colore bianco. A fuoco spento aggiungete quel che rimane dello zucchero e mescolate, dopodiché trasferite l’impasto in un recipiente e lasciatelo intiepidire. Unite anche la scorza grattugiata del limone e, una per volta, le uova e amalgamate con le fruste elettriche ottenendo un impasto semidenso.
Ritagliate la carta da forno in modo tale da ottenere 12 quadrati dai lati di 8 centimetri. Trasferite il composto in una sac-à-poche e create le vostre zeppole spremendo l’impasto a spirale e realizzando dei cerchi dal diametro di circa 5 centimetri su ogni quadrato di carta.
Immergete le zeppole con la carta in un tegame con l’olio caldo (circa 170°) e fatele friggere fino a completa doratura. Durante la frittura la carta da forno si staccherà da sola e potrete rimuoverla con una pinza da cucina. Appena le zeppole saranno gonfie e dorate scolatele con un mestolo forato e ponetele a liberare dell’olio in eccesso su dei fogli di carta assorbente da cucina.
Trasferite la crema in una tasca da pasticcere e decorate le zeppole. Infine guarnitele con una ciliegina candita e cospargetele con lo zucchero a velo. Non vi resta che gustare le vostre zeppole!

Accorgimenti e varianti:

Controllate la frittura delle zeppole, girandole su loro stesse. Attenzione: devono dorarsi, non bruciarsi! Per una preparazione più leggera vi suggeriamo la cottura in forno.

martedì 23 luglio 2013

CROCCHETTE DI PATATE


(immagine presa dal web)

CROCCHETTE DI PATATE
Croccanti all’esterno e morbide all’interno, le crocchette di patate sono un piatto semplice da preparare. Un accattivante antipasto per vostri invitati o un delizioso secondo piatto che renderà felici i più piccoli.

Tempo: 60 minuti

Difficolta: minima

Dosi: dosi per 4 persone

Ingredienti:
800 g di patate
100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
50 g di Pecorino grattugiato
30 g di burro
3 uova
1 cucchiaio di latte
Pangrattato q.b.
Pepe nero q.b.
Sale q.b.
Olio extravergine d’oliva q.b.

Procedimento:
Lessate le patate in abbondante acqua per circa 40 minuti, dopodiché scolatele, passatele sotto l’acqua fredda, asciugatele, pelatele e riducetele in purea nello schiacciapatate.
Raccogliete in una terrina la purea di patate, salatela, aggiungete 2 uova, il parmigiano e il pecorino grattugiati, il burro in tocchetti, pepate il tutto a piacere e amalgamate gli ingredienti con una forchetta.
Realizzate delle polpette tonde o cilindriche (grandi circa quanto una noce) e immergetele prima in una ciotola dove avrete sbattuto l’uovo rimasto con il latte e poi passatele nel pangrattato.
Friggete le polpette nellolio caldo fino a completa doratura, dopodiché scolatele con un mestolo forato e fatele liberare dell’olio in eccesso ponendole su dei fogli di carta assorbente da cucina. Gustate le vostre crocchette di patate calde, saranno più croccanti!

Accorgimenti e varianti:

Non lasciate le crocchette di patate per troppo tempo nellolio caldo, altrimenti rischiano di bruciarsi. Potete arricchire le crocchette aggiungendo nellimpasto del formaggio filante. 

BUON APPETITO!!!

venerdì 19 luglio 2013

LA TORTA MIMOSA

(Immagine presa dal web)

Ottima da preparare in occasione della ricorrenza dell’8 marzo, la torta mimosa è il dolce ideale per celebrare le donne. Ma per noi golosi cronici c'è sempre un'occasione ideale per prepararla anche se non è la nostra festa!!!

Tempo: 70 minuti + 1 ora di riposo in frigorifero

Difficoltà: media

Dosi: dosi per una tortiera dal diametro di circa 26 cm.

Ingredienti:
400 g di farina
400 ml di latte
400 g di zucchero
250 ml di panna
10 uova
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 stecca di vaniglia
½ bicchiere di limoncello
Burro per ungere q.b.

Procedimento:
Rompete 6 uova e dividete i tuorli dagli albumi. Lavorate i tuorli in una terrina con 6 cucchiai d’acqua calda, dopodiché aggiungete 250 grammi di zucchero e amalgamate gli ingredienti ottenendo un composto spumoso. A questo punto setacciate nel composto ottenuto, il lievito unito a 300 grammi di farina e mescolate, quindi montate a neve gli albumi e incorporateli con delicatezza senza smontare la preparazione.
Versate il composto preparato in una tortiera imburrata e infarinata e fatelo cuocere in forno a 180°C per circa 30 minuti.
Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della crema. Fate bollire il latte con la stecca di vaniglia. Lavorate in una terrina i tuorli delle restanti uova e lo zucchero rimasto (tranne 1 cucchiaio), setacciatevi il resto della farina e amalgamate per bene gli ingredienti; infine versate a filo il latte caldo senza stecca di vaniglia e rimestate fino a quando non avrete ottenuto un composto abbastanza liquido. A questo punto trasferite la preparazione in una casseruola e fatela cuocere fino a quando non si sarà addensato e mescolate spesso per evitare che si formino grumi, dopodiché spegnete il fornello e fate raffreddare. Montate la panna e incorporatela alla crema fredda, quindi conservate la preparazione in frigo.
Terminata la cottura sfornate la torta, lasciatela intiepidire e, con un coltello affilato o con l’apposito strumento, dividetela a metà nel verso orizzontale. Rimuovete con un cucchiaio la mollica interna alla base della torta e tenetela da parte.
Diluite il limoncello con mezzo bicchiere di acqua calda e un cucchiaio di zucchero, mescolate, distribuite un po’ dell’emulsione ottenuta sulla base del pan di spagna e farcitelo la con crema realizzata, lasciandone da parte quanto basta per ricoprire la superficie.
Chiudete la preparazione con l’altra metà della torta, bagnatela in superficie con la restante emulsione di limoncello e cospargetela con la crema, che livellerete con una spatola. Non vi resta che decorare il vostro dolce con la mollica tenuta da parte e sbriciolata. Ora la vostra torta mimosa ricorderà in tutto e per tutto il meraviglioso fiore. Lasciate riposare il vostro delizioso dolce nel frigorifero per circa 1 ora prima si servirlo in tavola!

Accorgimenti e varianti:

Quello dello stuzzicadenti è un ottimo metodo per valutare l’avvenuta cottura della torta: se lo estraete asciutto, il pan di spagna è pronto! In sostituzione al limoncello potete impiegare qualche cucchiaio di rum.
BUON APPETITO!!!

lunedì 10 giugno 2013

APPUNTI DAL MIO CAKE DESIGN ITALIAN FESTIVAL 2013 - MILANO

Al ritorno dalla mia primissima esperienza al Cake Design Italian Festival, è necessario fare un bilancio di tutto ciò che ho potuto vivere. In questi giorni ho ripensato spesso alle giornate del Festival e mi ritrovo a pensarci con un po’ di nostalgia, come mi capita ogni volta al ritorno da un’evento. Caricare la macchina con tutte le tue creazioni e i tuoi utensili, equivale alla partenza per un nuovo viaggio ricco di emozione, che non sai cosa ti riserverà.
Ed è proprio questo che ti dà in fondo il Cake Design tanta emozione davvero.
Durante il viaggio pensavo <<io Lara Costantini da poco arrivata in questo mondo sto andando al Cake Design Italian Festival>> e l’ansia e l’agitazione saliva.
Sin dal momento dell’accredito della mia torta in gara ho capito che quello che stava per iniziare era “una macchina da guerra”. Tutti gli “ingranaggi” si muovevano all’unisono, tutto era calcolato, perfettamente organizzato. Non mi è mai capitato di vedere persone smarrite, sembrava che tutti sapessero cosa dovessero fare. Le giornate del Festival sono state caratterizzate per me dal vortice di emozioni che mi ha investito e che ancora mi porto dentro. Rincontrare e riabbracciare i “colleghi”, pazzi e non, conoscerne di nuovi e capire che ciò che ci accomuna sono le stesse sensazioni, emozioni, la stessa passione direi!!!. Passeggiare tra le tantissime torte esposte e avere la conferma che il nostro è un paese di grandi, grandissimi artisti. Avere la possibilità di lavorare e poter condividere con le tante persone in visita la propria passione.
Avere la possibilità soprattutto di conoscere i grandi professionisti e vederli all’opera.
Il ricordo che custodirò nel mio cuore è l’incontro più emozionante che io potessi avere: Carlos Lischetti. In due parole arte e umiltà. Avere la conferma che l’artista è grande quando condivide con te “povero mortale” la sua passione, quando dedica a te parte del suo tempo. Averlo davanti alle mie creazioni e condividere i nostri pensieri non ha prezzo!!! Vederlo emozionarsi durante la demo, ti fa capire che fin quando metti il cuore in quello che fai non puoi fermarti, fin quando qualcosa si muove dentro devi proseguire a fare ciò che ti rende vivo. Fin quando ti tremano le mani prima della demo sai che quello è ciò che ami fare e che devi fare, al di là di tutte le difficoltà.
Che cosa mi porto da Milano? La consapevolezza che nonostante la fatica che tutti facciamo ogni giorno, questo mondo ti dà tanto, la certezza che mai e poi mai ti devi sentire arrivato e soprattutto la conferma che se ti dai alle persone queste ti danno tanto, tantissimo.
Infine porto con me la stessa sensazione che ho avuto a Vicenza, quando carichi di nuovo la macchina pronta per il ritorno a casa, è come quando al mare si chiudono gli ombrelloni, perché l’estate è finita, tanta nostalgia, tanti ricordi, ma hai comunque la consapevolezza che ci sarà un nuovo viaggio, una nuova avventura, tante nuove emozioni da vivere!!!
Lara
 
La mia creazione in gara:
 



 
 






 
Io con il grande Carlos Lischetti:
 


 

domenica 14 aprile 2013

MUFFIN BLACK AND WHITE

Per una festa di compleanno dove il festeggiato avrebbe avuoto la mia torta decorata, chi me l'aveva commissionata aveva paura di fare un torto al fratello più grande e quindi per farlo festeggiare anche lui mi sono stati commissionati anche muffin decorati. Mi hanno dato carta bianca, l'importante era che fossero bianchi e neri. Infatti invece di preparare semplici cup cake ho preparato i miei muffin morbidissimi con gocce di cioccolato e poi li ho decorati guidata dalla mia fantasia, ecco cosa ho combinato!!!
 





 
 
 

lunedì 8 aprile 2013

IL PRIMO COMPLEANNO DI NICOLAS!!!

La zia voleva una torta colorata che avesse però come protagonista il pupazzo preferito del suo bellissimo nipotino Nicolas. Il dolcissimo Winnie The Pooh, ma non poteva di certo mancare il suo migliore amico e il tanto amato miele. Ecco cosa ho creato per lui!!!
 







 
 

Etichette