Sugar And Cakes

venerdì 1 luglio 2011

PIZZA ALLA DIAVOLA - I SAPORI DI CALABRIA




Al ritorno dalla Calabria inebriata dai suoi profumi e soprattutto dai suoi sapori mi sono detta che avrei voluto fare la pizza e l'avevo proprio pensata così! Come ben saprete prima di partire per ritornare ahimè a casa ho fatto qualche spesuccia e tra le varie cose ho comprato la "bomba calabrese" una salsa di pomodoro deliziosa, molto piccante e molto saporita, perchè all'interno vi è un trito di melanzane, pomodori secchi, funghi, peperoncini dolci e piccanti, origano, aglio e del buon olio. Inoltre ho anche acquistato la vera n'duja come non potevo? Quindi pizza alla diavola anzi alla Lara. Io con la base ho fatto due pizze, l'altra l'ho dovuta fare al rosmarino per le bimbe. Eccola qua.

INGREDIENTI (per due pizze):


1 cubetto di lievito

acqua calda quella che impasta

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva


INGREDIENTI (per condire la pizza alla diavola):

1/2 barattolo di pomodoro

3 cucchiaini di bomba calabrese

5/6 fettine di n'duja

2 mozzarelle

Sale


Iniziamo con il mettere la farina in una ciotola, aggiungiamo lo zucchero e facciamo il buco al centro.




Mettiamo in un pentolino due dita d'acqua calda dove andremo a scioglierci il cubetto di lievito di birra.



Una volta sciolto lo versiamo al centro della farina ed iniziamo ad impastare con la forchetta raccogliendo la farina ai lati.




Quando l'impasto inizia ad indurire aggiungiamo l'olio e continuiamo ad impastare.



Esaurito l'olio iniziamo ad impastare con l'acqua versandola un pò per volta e continuiamo a raccogliere la farina.

Quando l'impasto inizierà a staccarsi dalle pareti della ciotola, avremo esaurito tutta la farina, non aggiungiamo più acqua, ma aggiungiamo il sale che in questo modo non entrerà in contatto con il lievito e continuiamo ad impastare con la forchetta.






Una volta assorbito tutto il sale riversiamo il nostro impasto sul tavolo leggermente infarinato.



Maneggiamo l'impasto fino a renderlo elastico, omogeneo e non più appiccicoso.

A questo punto mettiamo l'impasto in una ciotola infarina, lo copriamo con un panno umido e lo mettiamo a lievitare al calduccio per almeno due ore.





Riprendiamo l'impasto che sarà più che raddoppiato.



Ungiamo due teglie, una sarà per l'altra pizza quella che io ho preparato con olio, rosmarino e sale grosso.

Dividiamo l'impasto in due parti, prendiamone una parte, la stendiamo e la mettiamo sulla leccarda unta d'olio.

Bagniamo la superficie con olio extravergine d'oliva.




In un piattino mettiamo il pomodoro, aggiungiamo sale, olio, la bomba e mescoliamo.





Versiamo il pomodoro condito sulla pizza e rimettiamo a lievitare per un'ora anche un'ora e mezza.




Riprendiamo la nostra pizza che sarà ancora molto lievitata e aggiungiamo le fettine di n'duja.




Inforniamo a 220° ventilato, in forno già caldo per una ventina di minuti.

Cinque minuti prima della fine della cottura aggiungiamo le mozzarelle a pezzettini e rinforniamo giusto il tempo che la mozzarella si sciolga.



Ecco la nostra pizza alla diavola very very hot!!!



Tagliamola e serviamola caldissima!




BUON APPETITO!!!

Etichette