Sugar And Cakes

sabato 28 maggio 2011

TORTA MORBIDA NOCI, PANDISTELLE E CIOCCOLATO D'UVO (RICICLO PASQUALE)




Ho trovato una ricettina sempre su Dipiù e ho deciso di provarla, ma ho come al solito variato qualche ingrediente e il risultato è stato molto soddisfacente anche se mi ha fatto molto penare. Vi dico subito che volevo portarla al pic-nic domenicale e non vi dico lo sconforto quando ho visto che veniva così piccolina. Prima cosa l'impasto è molto poco, infatti la torta viene bassa, anche perchè c'è pochissimo lievito, la foto doveva pur suggerirmi qualcosa. Seconda cosa ho atteso che si freddasse nello stampo, sbagliando, perchè ho dovuto tagliarla direttamente lì per staccarla, anche se avevo imburrato e infarinato per benino. Le dosi mi creavano qualche dubbio, perchè c'è pochissima farina ed è anche per questo che viene piccolina, ma di una morbidezza e bontà assoluta. Risultato: tutti hanno mangiato contentissimi per la bontà questa torta, preferendola all'altra se pur buonissima, che avevo fatto di rinforzo e che in questi giorni pubblicherò. Ecco come prepararla.

INGREDIENTI:

3 uova

20 gr. di farina ANTIGRUMI MOLINO CHIAVAZZA


120 gr. di burro

150 gr. di zucchero

120 gr. di cioccolato dell'uovo di pasqua (al latte o fondente)

75 gr. di noci

30 gr. di pan di stelle (o altri frollini)


In una ciotola lavoriamo il burro con lo zucchero, fino ad ottenere una crema compatta e morbida.




In un'altra ciotola montiamo gli albumi a neve.



Incorporiamo un tuorlo alla volta, al composto di burro e zucchero.



Aggiungiamo la farina.



Incorporiamo le noci.



Incorporiamo i pan di stelle sbriciolati grossolanamente.



Infine incorporiamo la cioccolata spezzetata.



Incorporiamo ora al nostro composto gli albumi e amalgamiamo.



Imburriamo ed infariniamo una tortiera.
Versiamo il composto nella tortiera ed inforniamo nel forno già caldo a 160° ventilato per quaranta minuti.




La nostra torta è pronta, sformatela prima che si raffreddi totalmente come ho fatto io, altrimenti come me, sarete costretti a tagliarla nella teglia per riuscire a sformarla.


Ecco la torta affettata.



Etichette