Sugar And Cakes

venerdì 4 marzo 2011

FOCACCIA ALLA GENOVESE



Provare e sperimentare ricette nuove è davvero stimolante per chi come me coltiva la passione per la cucina. Oggi ho provato a ricreare la focaccia alla genovese, ricetta tipica ligure divenuta persino presidio slow-food. Ogni famiglia genovese ha la sua ricetta di famiglia che si tramandano di generazione in generazione e non esseno io genovese mi sono servita del web. Il risultato ultra soddisfacente, buona, soffice ottima da sola o accompagnata con salumi. Ottima calda appena la sua temperatura ne consente il morso, ma buonissima anche fredda e bastano pochi minuti in forno per farla ritornare fragrante.  Ecco la ricetta che ho trovato.

INGREDIENTI:
400 ml. di acqua
600 gr. farina manitoba
25 gr. di lievito di birra
15 gr. sale
2 cucchiaini di zucchero
140 ml. olio d’oliva circa solo per l’impasto

Prendete l’acqua tiepida e sciogliamoci dentro il sale.

Ora versiamo l’acqua salata nella ciotola dove impasteremo.

Aggiungiamo lo zucchero e mescoliamo.

Versiamo nell’acqua 50 ml. d’olio d’oliva.

Incorporiamo a pioggia 300 gr. di farina.


Mescoliamo con la forchetta fino ad ottenere una pastella liquida.

Sbricioliamo il lievito di birra nella pastella.

Impastiamo con la forchetta.

Incorporiamo la farina restante.

Otterremo un impasto appiccicoso.
Lo riversiamo sul tavolo leggermente infarinato e lo lavoriamo velocemente tentando di allargarlo un po’.

Versiamo 50 ml. d’olio d’oliva sulla teglia dove cuoceremo la focaccia e appoggiamoci il nostro impasto.

Con l’aiuto di un pennello spennelliamo la superficie con l’olio prelevandolo dalla teglia.

Mettiamo il nostro impasto al calduccio nel forno a lievitare per almeno un’ora e mezza.
Riprendiamo la focaccia il suo volume sarà raddoppiato.

Stendiamo con le mani la focaccia per tutta la superficie della teglia facendo attenzione che al di sotto di esso vi sia ancora olio.
Cospargiamo la superficie con un filo d’olio e sale grosso.

Rimettiamo il nostro impasto a lievitare per un’altra mezz’ora sempre al calduccio.
Trascorso il tempo, prendiamo l’impasto e ne premiamo la superficie con i polpastrelli creando delle vere e proprie fossette.

Ora irroriamo la superficie con i 40 ml d’olio d’oliva rimasti e lo rimettiamo a lievitare per un’altra mezz’ora, per l’ultima volta.

Accendiamo il forno a 270 gradi ventilato e quando sarà caldo, inforniamo la focaccia non prima, però, di averne bagnata la superficie con dell’acqua.

Dopo una diecina di minuti la focaccia sarà pronta.
La superficie dovrà essere molto dorata.


Tagliamo la nostra focaccia dopo averla lasciata un po’ ad intiepidire.
Sarà perfetta, morbidissima al suo interno, sopra e sotto leggermente croccante.
Si scioglierà in bocca!!!



BUON APPETITO!!!

Partecipo al contest:

http://dolciedesserts.blogspot.com/2011/01/primo-contest-mani-nella-manitoba.html

Etichette