Sugar And Cakes

sabato 19 febbraio 2011

SCHIACCIATA ALL'OLIO



Dopo aver preparato sia la schiacciata alle patate, sia la schiacciata alle zucchine ho deciso di preparare LA SCHIACCIATA ALL’OLIO anche detta focaccia simile nel nome ma totalmente diversa nella preparazione, nel risultato visivo e al gusto. Può essere apprezzata come stuzzichino, è fantastica calda o fredda, deliziosa da sola o farcita. La sua preparazione semplice ma il risultato è molto apprezzato ovunque e spero lo apprezziate anche voi!!

INGREDIENTI:
500 gr. di farina per panificazione Manitoba (per pane, pizze e focacce)
2 cubetti di lievito di birra
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
200 ml. di acqua
100 ml. di latte fresco
Un pizzico di sale fino
Sale grosso

Prendiamo una ciotola e mettiamoci la farina a fontana creando il buco al centro.
Mettiamo un pizzico di sale fino.
In un pentolino intiepidiamo il latte e sciogliamoci il lievito di birra.


Nella farina al centro del buco, mettiamo l’olio d’oliva.


Versiamo lentamente il latte tiepido con il lievito nella farina ed iniziamo ad impastare con una forchetta.


Esaurito tutto il latte continuiamo ad impastare versando lentamente l’acqua tiepida.




Procediamo così fino ad esaurire tutta la farina, possiamo finire di impastare la nostra massa sul tavolo.
Otterremo una palla d’impasto liscio ed omogeneo.


Mettiamo una spolverata di farina nella ciotola e riponiamoci la nostra pasta.
Pratichiamo, con un coltello sulla pasta, un taglio verticale ed uno orizzontale creando una croce, aiuteranno la lievitazione.


Copriamo la ciotola con la pasta, riponiamola in luogo caldo al riparo da correnti, a lievitare per un’oretta.


Prendiamo una leccarda da forno e ricopriamola con della carta forno.
Versiamo abbondante olio d’oliva sulla carta forno.


Prendiamo la nostra massa e stendiamola con le mani sulla carta schiacciando più volte cercando allo stesso tempo di allargare l’impasto.


Rovesciamo l’impasto in maniera che la parte unta divenga la superficie.
Continuiamo a schiacciare fino a quando l’impasto non divenuto grande quasi quanto tutta la leccarda.


Mettiamo sulla superficie qualche chicco di sale grosso e rimettiamo il nostro impasto a lievitare per un’altra mezz’ora.
Pre-riscaldiamo il forno a 220 gradi ventilato (o programma pizza per chi lo ha) ed inforniamo la focaccia per una ventina di minuti.


E poi sbrighiamoci affettiamo prosciutto, lonza, mortadella, qualsiasi tipo di salame o formaggio a volontà, perché la cena è servita.




Etichette